Visita Pastorale del Vescovo Giovanni Francesco Barbarigo (1699-1714)

 

Cennni Biografici

Nato a Venezia il 29 aprile 1658, seguì gli studi giuridici a Padova, dove si laureò in utroque iure ed iniziò la carriera diplomatica nella Repubblica veneta, ma poi abbracciò la vita ecclesiastica. Nel 1698 fu nominato Primicerio della basilica di S. Marco a Venezia, ma nello stesso anno lasciò la Serenissima perché nominato vescovo di Verona dal papa Innocenzo XII. Consacrato a Roma il 17 agosto dal cardinal Tanara , si trasferì a Verona il mese successivo, ma solo a Natale fece l'ingresso solenne. Il Papa lo segnalò onorandolo dei titoli di Prelato domestico e di Assistente al Soglio pontificio. A Verona lavorò indefessamente al progresso spirituale e materiale del clero e del popolo. La sua Visita pastorale si distingue per impegno meticoloso e per abilità organizzativa. Accolse in ci ttà i Padri Filippini , che riteneva di valido aiuto per la formazione dei giovani. Nel palazzo vescovi le trasformò in oratorio la stanza dove aveva dormito san Carlo Borromeo, da lui considerato esempio insuperabile di Pastore e di Maestro. Curò la decorazione della vi lla episcopale urbana, che sorge sul colle di Nazareth; iniziò la costruzione del nuovo Seminario e consacrò la chiesa dell'eremo dei Camaldolesi, su lla Rocca di Garda. Come appare anche dai verbali della Visita, diede un posto privilegiato all'insegnamento della dottrina cristiana, considerandola la base per una vita retta e per la preparazione ai Sacramenti. Nel 1714 fu trasferito a Brescia e sei anni dopo fu creato Cardinale. Nel 1723 fu nominato vescovo di Padova, ma nella città dove aveva compiuto gli studi universitari rimase appena sette anni: la morte lo colse nel 1730, all 'età di 72 anni, dopo una vita spesa con fervore infaticabile al servizio di Dio e delle anime.

 

INDICE GENERALE DELL'OPERA

LINK DELLA VISITA PASTORALE TOMO PRIMO (Pagine 1-556)

LINK DELLA VISITA PASTORALE TOMO SECONDO (Pagine 556-1023)

Ti consiglio un libro

Curiosando in archivio